ROVERE FRANCESE

Quercus petraea o sessilis:

Il legno di quercia francese è molto speciale. Per le sue caratteristiche meccaniche, nel caso dei barili, deve essere tagliato usando la tecnica split, seguendo il percorso dei raggi midollari per garantire la tenuta della canna. Questo costringe a scartare grandi quantità di legna, ed è una delle ragioni per cui il costo finale delle botti è molto più alto di quello di altri tipi di quercia, come l’America o l’Europa dell’Est.

Si verifica principalmente nella regione centrale e nord-occidentale della Francia, dove si adatta bene ai terreni argilloso-calcarei e non è molto esigente in termini di luminosità. Questa specie, molto richiesta nelle botti, viene coltivata secondo la tecnica di haute futaie o alta montatura regolare. Gli alberi vengono tagliati a piena maturità, da 180 anni. A causa della sua crescita lenta, il legno di quercia è molto denso e ha una granulometria molto fine, con anelli annuali sottili.

Questa specie presenta un importante contributo aromatico, che sebbene sia meno intenso per la quercia americana, è più complesso, elegante ed equilibrato per essere meno marcato dalle note di vaniglia e cocco. Inoltre, fornisce acidi fenolici e tannini ellagici di alta qualità, che danno un contributo importante alla struttura del vino.

Il nostro legno proveniente dalla Francia viene acquistato da fornitori con certificazione PEFC, secondo criteri di sviluppo e gestione sostenibili.

TN Coopers seleziona le migliori foreste nelle aree di:

  • ALLIER

    Il suolo è argilloso, siliceo e poco fertile. La crescita degli alberi è molto lenta, con conseguente tronco alto e dritto al momento del raccolto.
    Il chicco è fine, compatto e leggermente poroso con un’estrazione di tannino dolce e aromi gradevoli.
    La crescita estremamente verticale dei tronchi e la regolarità e la finezza dei suoi chicchi fanno sì che i barili di Allier raggiungano un grande valore nel mercato.

  • TRONCAIS

    La foresta più riconosciuta del dipartimento di Allier, con una superficie di 10.600 ettari, è una grana più fine, che lo rende adatto a vini con un lungo invecchiamento.


  • NEVERS


    La quercia proveniente da Nevers, nel centro della Francia, è generalmente di grano medio in confronto a quella di Allier, ma di indubbia qualità. Il risultato è una maggiore estrazione dei tannini rispetto al legno a grana molto fine. Di solito richiede più tempo per integrarsi completamente con il vino.

  • VOSGES


    Questo dipartimento si trova vicino al confine con la Germania, a nord-est, dove il clima è più freddo e lo sviluppo dell’albero è più lento. Tradizionalmente presenta una grana fine.

  • FONTAINEBLEAU


    Situato a 60 chilometri da Parigi, nella regione dell’Île-de-France, ha un’estensione di 21.600 ettari. Il suo prestigio è intimamente legato alla storia della Francia, che lo rende una foresta il cui legno disponibile per uso cooperativo, altamente aromatico, è molto limitato. Questa foresta ha ricevuto il titolo di “Forest of Exception” dall’ONF.

Clicca per ingrandire